Approfondimenti

La geopolitica del digitale e le nuove sfide della politica internazionale. L’evento di Med-Or, Luiss e Fondazione Compagnia di San Paolo

Mercoledì 29 maggio in programma a Roma il nuovo evento promosso da Med-Or in collaborazione con Luiss Guido Carli e Fondazione Compagnia di San Paolo.

Il 29 maggio 2024 si terrà a Roma la conferenza organizzata da Fondazione Med-Or, in collaborazione con la Luiss Guido Carli e la Fondazione Compagnia di San Paolo, dal titolo “La geopolitica del digitale e le nuove sfide della politica internazionale”.

La conferenza si colloca all’interno del progetto più ampio “Geopolitica del Digitale”, sviluppato dalla Fondazione Med-Or con il Center for International and Strategic Studies (CISS) della Luiss Guido Carli nel quadro del bando “Geopolitica e tecnologia. I nuovi paradigmi di sviluppo: sfide, sicurezza e democrazia”, pubblicato dalla Fondazione Compagnia di San Paolo all’interno della Missione “Aprire scenari internazionali” dell’Obiettivo Pianeta.

In un’epoca dominata dall’interconnessione globale, le tecnologie digitali hanno assunto un ruolo centrale nelle relazioni tra Stati, aziende e cittadini. L’obiettivo della conferenza è quello di approfondire la complessa realtà della geopolitica del digitale e le sue implicazioni per la politica internazionale, unitamente alle sfide e alle opportunità che questa trasformazione epocale porta con sé. I relatori, esperti di alto livello provenienti da differenti ambiti, offriranno una visione completa e multidisciplinare di questo tema cruciale.

I lavori della conferenza saranno aperti dai saluti introduttivi di Nicolò Russo Perez, Responsabile Missione “Aprire Scenari Internazionali” della Fondazione Compagnia di San Paolo, e Paola Severino, Presidente della School of Law della Luiss Guido Carli. Seguiranno la presentazione del lavoro di ricerca, illustrato da Jean-Pierre Darnis, il keynote speech di Marco Minniti, Presidente della Fondazione Med-Or e infine la Tavola Rotonda, moderata da Raffaele Marchetti, intitolata “L’Italia e la sfida della geopolitica del digitale” che analizzerà le diverse sfide poste in essere dalla rivoluzione digitale per la politica estera e di sicurezza italiana. La tavola rotonda vedrà la partecipazione di Bruno Frattasi, Direttore Generale dell’Agenzia per la cybersicurezza nazionale (ACN); Giovanni Gagliano, Capo del VI Reparto Informatica, Cyber e Telecomunicazioni dello Stato Maggiore della Difesa; Enrico Bagnasco, CEO TI Sparkle; e Lorenzo Mariani, Condirettore Generale di Leonardo.

Le conclusioni dei lavori saranno affidate ad Alfredo Mantovano, Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri e Autorità delegata per la sicurezza della Repubblica.

La geopolitica del digitale è un tema di grande attualità e di fondamentale importanza per il futuro del nostro Paese. La conferenza, grazie alla partecipazione di relatori di alto livello e l’ampio spettro di argomenti trattati, rappresenterà un’importante occasione per approfondire il tema del ruolo delle tecnologie digitali nel mondo di oggi e di domani.

Approfondimenti

Sri Lanka e Maldive fanno notizia insieme

Sri Lanka e Maldive sembrano aver deciso di fare notizia in tandem. Infatti, le loro ultime vicende interne, per quanto diversissime l’una dall’altra, si sono dipanate, come è successo già altre volte in passato, quasi in singolare contemporaneità.

Leggi l'approfondimento
Notizie

Connectivity for the Wider Mediterranean: l’evento di Med-Or con GMF, Fondazione Compagnia di San Paolo e NATO PDD

Si è svolta a Roma dal 3 al 5 giugno la ventiquattresima edizione del Mediterranean Strategy Group, il forum di dialogo transatlantico sul Mediterraneo promosso dal German Marshall Fund con la Fondazione Med-Or in collaborazione con la NATO PDD, la Compagnia di San Paolo e l’Alexander Philon Fund for the Transatlantic Partnership.

Leggi la notizia
Approfondimenti

Le incognite della campagna alla prova del primo dibattito televisivo

Con il primo dibattito televisivo la campagna presidenziale potrebbe entrare nel vivo. Il punto di vista di Stefano Marroni

Leggi l'approfondimento